La Pulizia dei Filtri dei condizionatori Samsung

Il filtro normalmente è posto nell’unità interna di un sistema di climatizzazione. I filtri hanno la funzione specifica di filtrare l’aria aspirata all’interno della stanza attraverso l’unità evaporante, appesa a parete, canalizzata o a cassetta a seconda della tipologia e rimetterla all’interno della stanza nel modo più pulito possibile.

All’interno di una macchina di climatizzazione purtroppo si annida spesso una cospicua flora batterica, per questo è necessario almeno ogni 6 mesi operare una corretta pulizia dei filtri affidandosi, se possibile, a personale tecnico e qualificato per evitare danni alle sedi dell’unità interna, ma soprattutto per essere certi che il climatizzatore funzioni a dovere.

In particolare prestino attenzione in merito a ciò chi è solito fumare in casa e chi soffre di disturbi legati all’attività respiratoria (asma, allergie…), infatti la batteria evaporante, posta all’interno del condizionatore, è molto sensibile al fumo di sigaretta.

Pulizia Fai da Te Condizionatori Samsung

Una pulizia a mano fai-da-te dei filtri è possibile ed è raccomandata una volta al mese, tuttavia ciò non basta per eliminare il problema alla radice ma è necessario, come detto precedentemente, affidarsi ad un personale tecnico o addirittura sostituire gli interi elementi.

I Consigli del tecnico Samsung

L’intervento base che i tecnici raccomandano è una pulizia a mano dei filtri, smontandoli facilmente e lavandoli con acqua e sapone neutro, questo permette alla macchina di essere sempre efficiente e di mantenere l’ambiente salubre.

La macchina all’interno della scocca (rimovibile semplicemente tirando verso l’esterno essendo ad incastro) è suddivisa in due sezioni protette da una rete esterna molto sottile, facilmente estraibile e lavabile con sapone neutro. Il filtro può essere posto in sede una volta lavato e asciugato bene; é importante che sia ben asciutto altrimenti svolgerà l’azione contraria a quella per cui è costruito: la polvere e la sporcizia presenti nell’aria si attaccheranno più facilmente alla rete bagnata del filtro creando un “tappo” per il passaggio dell’aria. Questo comporta un maggior consumo elettrico, un aumento della rumorosità della macchina che faticherà ad aspirare aria, e una non-efficienza in termini di pulizia stessa dell’aria.

Un altro lavoro che è bene fare ad inizio e fine stagione è il trattamento antibatterico specifico con prodotti certificati. E’ consigliabile operare un trattamento anti-legionella, un batterio che esiste da sempre e che molti pensano esser stato debellato. Tuttavia in Italia esiste ancora e vengono riconosciuti parecchi casi di presenza batterica riconducibili alla Legionella.

E’ bene che almeno queste operazioni straordinarie vengano compiute da personale specializzato e patentato, poiché dopo l’emanazione di un decreto legge nel 2013, è obbligatorio aver sostenuto un esame ed essere patentati per svolgere qualsiasi attività circa la manutenzione e l’assistenza riguardo sistemi di climatizzazione.

Nello specifico nei condizionatori Samsung l’operazione di rimozione, pulitura e montatura dei filtri è molto semplice e intuitiva. Inizialmente bisogna rimuovere la scocca sulla quale sono fissate le due parti del filtro, destra e sinistra. Si rimuova la scocca semplicemente tirandola verso l’esterno essendo ad incastro.

Una volta rimossa la parte plastica rimuovere da essa la rete che costituisce il filtro staccandola con le dita. Lavare come meglio si crede il filtro, per mezzo di acqua e sapone neutro o per mezzo di una spazzola morbida che levi la polvere senza aggredire troppo il materiale delicato del filtro.

Ripetere l’operazione anche per la seconda parte di filtro e asciugare per bene. Reinserire i filtri nella scocca e incastrare quest’ultima esercitando un po’ di forza nella sede, seguendo per bene i binari di inserimento in plastica.

L’operazione in sé è molto semplice, tuttavia va fatta con cura e pazienza, preferibilmente da un tecnico dell’assistenza condizionatori Samsung.

Ciò che è possibile fare da casa è la pulizia dei sedimenti di germi creatisi fra la scocca e la macchina, è consigliabile passare nei punti di contatto fra le due parti con un prodotto specifico ad azione germicida.

Lo stesso prodotto germicida può essere utilizzato per rafforzare la pulizia dei filtri stessi. Infine per la pulizia della parte più interna detta “scambiatore di calore” è bene utilizzare un prodotto maggiormente schiumoso che aiuti a prelevare lo sporco dalle fessure della batteria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi l'operazione matematica * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi