L’igiene degli impianti di trattamento aria

L’igiene degli impianti di trattamento aria è un argomento verso il quale non viene rivolta di solito una particolare attenzione. Tuttavia le conseguenze di una carenza di igiene negli impianti di trattamento dell’aria e negli impianti di condizionamento possono essere gravissime. Proprio in questi giorni nella città di Parma si sta verificando una epidemia di legionella che ha portato a 37 persone contagiate e a due decessi. Si ipotizza che questa epidemia sia stata generata da alcune torri evaporative non adeguatamente manutenute dal punto di vista igienico.

In merito alla manutenzione degli impianti di condizionamento e degli impianti di trattamento dell’aria si esprime una delle leggi più importanti della nostra normativa: il D.Lgs. 81/2008: “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro”.

L’articolo 64 obbliga il datore di lavoro a provvedere alla regolare manutenzione e pulizia degli impianti: “Il datore di lavoro provvede affinché: […]  i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare manutenzione tecnica e vengano eliminati, quanto più rapidamente possibile, i difetti rilevati che possano pregiudicare la sicurezza e la salute dei lavoratori;
i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate;”.

Nello specifico, l’allegato IV: “Requisiti dei luoghi di lavoro” fornisce indicazioni in merito alla pulizia e alla manutenzione, evidenziando che:
“Gli stessi impianti devono essere periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione per la tutela della salute dei lavoratori. Qualsiasi sedimento o sporcizia che potrebbe comportare un pericolo immediato per la salute dei lavoratori dovuto all’inquinamento dell’aria respirata deve essere eliminato rapidamente.”

Negli ultimi anni inoltre sono stati stabiliti alcuni importanti accordi tra Stato e Regioni che hanno portato all’approvazione di due documenti: “Schema di linee guida per la definizione di protocolli e tecnici di manutenzione predittiva sugli impianti di climatizzazione” e “Procedura operativa per la valutazione e gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria”. Il primo di questi prevede una specifica qualificazione e formazione del personale che interviene sugli impianti di trattamento dell’aria e imposta un programma del corso suddiviso in una parte per gli operai e una parte per i responsabili dell’igiene. Inoltre, come norma di carattere generale, il D.Lgs. 81/2008 stabilisce che ” Qualora le attrezzature richiedano per il loro impiego conoscenze o responsabilità particolari in relazione ai loro rischi specifici, il datore di lavoro prende le misure necessarie affinché:

a) l’uso dell’attrezzatura di lavoro sia riservato ai lavoratori allo scopo incaricati che abbiano ricevuto una informazione, formazione ed addestramento adeguati;
b) in caso di riparazione, di trasformazione o manutenzione, i lavoratori interessati siano qualificati in maniera specifica per svolgere detti compiti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi l'operazione matematica * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi